5 consigli shopping da fare assolutamente quando vi trovate in…

Oggi è il Blue Monday, dicono che sia il lunedì più triste dell’anno e per noi, in parte, lo è davvero. Ieri Walter è partito per lavorare in Finlandia, dove resterà circa una anno, e il mio lavoro invece mi terrà a Milano ancora per un altro po’. La cosa che più ci ha lasciati spiazzati è stata la partenza improvvisa. In quattro giorni le nostre vite sono state completamente stravolte e i mille impegni presi, ovviamente rimandati (colgo qui l’occasione per scusarci ancora una volta con il CAI di Acqui Terme per aver dovuto rimandare la serata sui nomadi della Mongolia).
Per svagarci dai pensieri, dunque, abbiamo pensato che parlare di frivolezze sarebbe stata la scelta migliore. 
Quindi ecco a voi una lista di cose che non potrete fare a meno di acquistare se andrete in vacanza in questi luoghi. 

1) Lo zafferano ha prezzi ottimi in Marocco.
E oltre ad avere prezzi ottimi non è lavorato. Viene venduto in pistilli ed è davvero buonissimo! 
…Ma il Marocco è anche la meta ideale se siete fanatici di creme, acque, saponi o unguenti al profumo di rosa (da Kelaat M’Gouna parte la valle delle Rose) o estimatori dell’olio di argan, se andrete verso sud. 
Tra gli acquisti irrinunciabili voglio anche inserire le ceramiche di Fés, coloratissime e super affascinanti con le loro fantasie decorate interamente a mano. E come dimenticare la pelletteria? Che dire, in Marocco ce n’è davvero per tutti i gusti (e tutti gli stomaci, considerato che le ciabatte puzzano come un'intera mandria di capre).

2) L’argento indiano viene esportato in tutto il mondo.
In tutta l’India comprare l’argento è molto vantaggioso, dal sud al nord. Dai monili tipici, con gli intarsi in richiamo all’epoca dei maharaja a quelli tibetani, il prezzo dell’argento indiano ha ben pochi rivali al mondo. E certi gioielli sono davvero meravigliosi, curati nel minimo particolare. Lo sapete che la maggior parte dell’argento che si commercia in Africa (a Zanzibar, per esempio) arriva proprio da qui? Ok, forse non sarà proprio argento 925, ma la qualità della manodopera è molto alta.
Il nostro consiglio in questo caso è solo uno: contrattate sempre e il più possibile, se siete bravi vi faranno pure i complimenti! 

3) Il cashmere in Mongolia.
In Mongolia, durante l’inverno si possono sperimentare temperature che arrivano anche a quaranta gradi sottozero. Forse anche per questa ragione, comprare lì la lana di cashmere costa meno che da altre parti. Occhio però a non fare i vostri acquisti allo State Department Store di Ulan Bator, il luogo più frequentato dagli occidentali. Il mercato di Narantuul, spesso snobbato dai turisti, offre prezzi decisamente migliori.

4) I maglioni decorati della Bolivia.
I maglioni in lana di alpaca si trovano in Perù, in Cile, nell’Argentina Settentrionale e in Bolivia, ma solo qui ha davvero senso acquistarli. La Bolivia, a differenza degli altri tre stati, è ancora molto vergine, specie nelle zone del sud-ovest, e quindi anche molto economica. La lana di alpaca poi è molto calda e molto, molto morbida e le fantasie dei capi sono divertentissime, tutte degne del premio “ugly sweater” il giorno di Natale! Ricordatevi di contrattare anche qui e non fatevi prendere dallo sconforto se dopo poche ore si scucirà una manica: le maglie sono decorate alla perfezione, ma assemblate con punti piuttosto molli. Vostra nonna saprà rimediare a questa mancanza in un batter di ciglia.

5) Le scacchiere nei paesi dell’ex URSS.
Gli scacchi, nel '900, sono legati alla storia dell'Unione Sovietica, venivano insegnati ai bambini a scuola e, in qualche modo, il gioco degli scacchi può essere definito come uno “sport” comunista. Forse per questo motivo è così facile trovare scacchiere in giro per gli ex paesi appartenti all’URSS.
È bellissimo ai mercatini, soprattutto quelli dell’artigianato, trovarsi imbambolati a rimirare scacchiere di tutte le forme e le dimensioni e vedere le varie interpretazioni che ne sono scaturite. Della più classica URSS vs USA, in memoria della guerra fredda, fino alla più moderna visione manichea di lato chiaro e lato oscuro: Star Wars
Scegliere una scacchiera all’Izmailovo di Mosca è tra le esperienze più folkloristiche che possiate fare! 

E qui finisce la nostra Top5 di oggi. Sperando che vi abbia tenuto un po’ di compagnia, vi diamo appuntamento a mercoledì per un nuovo racconto di viaggio, ma state sintonizzati perché abbiamo intenzione di inaugurare una nuova sezione del blog che chiameremo: “Vado un attimo in Finlandia”.

A presto!